“...esiste una maniera per arrivare dù ore prima a Lione: se parte dù ore prima da Lione!”. (Ascanio Celestini) - NO TAV

martedì 24 luglio 2012

SCALATA DELLE VENERI, SALITE E METEOPATIA


Notte di temporale quella appena passata, trascorsa alla finestra, in apprensione, per scongiurare idealmente che le piogge abbondanti si trasformassero nell'ennesimo allagamento nella mia zona di residenza.
Per fortuna, nonostante la bomba meteo abbattutasi sulle nostre teste poche ore fa, la situazione non è...precipitata (scusate il gioco di parole) e gli unici danni riportati sono stati una giornata stanchissima, frutto di una notte praticamente insonne. Non vedo l'ora di andarmene a letto e recuperare.
Stasera sarei dovuto uscire a correre, ma in queste condizioni non era il caso di provarci e così ho rimandato a domani, sperando di sentirmi fisicamente un pò più carico. Anche perchè vengo da un fine settimana che mi ha visto partecipare ad una competizione un pò particolare per le nostre zone interamente pianeggianti, una "scalata", cioè una corsa in salita a Parabita (LE), la "Scalata delle Veneri". Primi sette km in salita, seguiti poi da tre in ripida discesa: un bel lavoro muscolare in un periodo un pò particolare, non c'è che dire. Molto bella comunque. Ho portato  a termine i 10,430 km del tracciato (sentieri sterrati e vecchi tratturi di campagna) in 53'24"e posso ritenermi molto soddisfatto della mia prestazione, andata avanti senza mai subire affanni particolari, nonostante i continui saliscendi. L'impressione è che tutto sommato stia recuperando molto lentamente una condizione di forma accettabile, attualmente condizionata in maniera preponderante dalle temperature meteo: appena rinfresca un tantino salgono; appena il termometro sale, la forma scende! Classico esempio di meteopatia o comunque di sofferenza per condizioni climatiche di caldo. Da sempre prediligo il fresco, meglio il freddo che il clima torrido delle estati salentine che da questo punto di vista stanno negli ultimi anni diventando sempre più bollenti.
Di seguito riporto il link con la cronaca della gara, davvero bella e suggestiva.

In chiusura: con la gara di domenica scorsa il mio conta kilometri ha superato quota 1000!!! 
Alla prossima. 

Nessun commento:

Posta un commento