“...esiste una maniera per arrivare dù ore prima a Lione: se parte dù ore prima da Lione!”. (Ascanio Celestini) - NO TAV

giovedì 19 gennaio 2012

COMUNICAZIONI DI SERVIZIO


Oggi la mia tabella personale di preparazione alla mezza maratona prevedeva un altro lavoro specifico di quelli che è difficilissimo portare a termine se non si decide di seguire un programma prestabilito e di affidarsi ad esso in tutto e per tutto. Ed infatti, non avendolo mai fatto nel corso della mia vita podistica, pur correndo ormai regolarmente da ben oltre dieci anni, non mi era mai capitato di portare a termine una serie di ben 15 ripetute in salita (dopo 30 minuti di riscaldamento)! Insomma, alla fine la distanza totale percorsa è stata di 11,290 km, quindi niente di eccessivamente trascendentale, ma comunque sono arrivato sfinito. Bene così e con la sensazione, ancora una volta, di stare percorrendo meno strada in assoluto, ma di stare facendo un lavoro qualitativamente superiore che, spero, darà i suoi frutti al momento giusto.
Vedremo.
Intanto oggi voglio dedicare qualche rigo ad un gruppo di amici che mi hanno chiesto informazioni riguardo alle manifestazioni podistiche della FIDAL in provincia di Lecce.
Cominciamo col dire che se non si è tesserati ad una società podistica FIDAL oppure ad altro ente sportivo convenzionato con la stessa, per potersi iscrivere alla maggior parte delle gare da "LIBERO" occorrono due requisiti fondamentali:
1. Certificato di idoneità alla pratica sportiva agonistica con la dicitura "podismo" o "atletica leggera", rilasciato da un medico dello sport (non c'entra nulla il certificato di sana e robusta costituzione fisica che rilasciano le ASL o il medico di famiglia!): il più vicino studio di medicina sportiva a Nardò è il dott. Umberto Olla, con studio medico a Leverano; il dottore è il medico sociale dell'ASD Sport Running Portoselvaggio. E' chiaro che qualsiasi altro medico sportivo va bene, cito il dott. Olla solo per "comodità"; Lì potrete fare le prove di sforzo con relativo elettrocardiogramma, spirometria e visita cardiologica. Se è tutto ok avrete il vostro certificato, di durata annuale.
2. Contestualmente ad ogni gara che preveda nel regolamento l'iscrizione dei "Liberi" bisogna sottoscrivere un tesserino FIDAL giornaliero, su apposito modulo. Questo dà diritto al pettorale di gara ed alla necessaria copertura assicurativa.
E' chiaro che senza certificato medico non ti rilasciano il tesserino giornaliero e senza tesserino giornaliero non ti danno il pettorale, mi sembra ovvio.
Sul sito www.fidalpuglia.it nella sezione "master" si trovano tutti i link di accesso ai regolamenti delle gare previste nel calendario FIDAL regionale. Lì, nei regolamenti, è possibile prendere numeri di telefono, di fax ai quali inviare la modulistica, chiedere informazioni, mail e quant'altro.
Prendiamo ad esempio la Mezza Maratona dello Ionio, che si correrà a Gallipoli domenica 12 febbraio prossimo (ed alla quale dovrei partecipare anch'io): le iscrizioni vanno inoltrate tramite mail o fax da inviare all'organizzazione entro il 31/01 (quota 12 euro) oppure entro il 7/02 (quota 14 euro), previo pagamento della relativa quota, con metodo che può variare dal bonifico, al c.c. postale o anche in contanti (è un'eccezione, ma c'è!) presso la caramelleria Coco Crazy di Gallipoli. il regolamento riporta la dicitura "...gli atleti “liberi”, che non dispongono della tessera federale, potranno partecipare solo al rilascio del “cartellino giornaliero di partecipazione gara su strada” versando la quota aggiuntiva di € 5,00...".
Quindi, come vedete, non è difficile, ma se lo fosse, ci sono sempre io che vi posso aiutare! Non esitate a contattarmi e...buone corse!

Nessun commento:

Posta un commento