“...esiste una maniera per arrivare dù ore prima a Lione: se parte dù ore prima da Lione!”. (Ascanio Celestini) - NO TAV

venerdì 2 dicembre 2011

La dieta "Varenne"



C’è una cosa che non vi ho ancora detto ed alla quale attribuisco, senza peraltro nessuna base scientifica sia chiaro, il mio stato di forma medio alto delle ultime settimane: sarà, ma da quando ho deciso di darmi ad una dieta molto più vegetariana, le cose sono migliorate tantissimo.
Tutto è iniziato circa un mese fa, quando postai la mia intenzione di iniziare un mini ciclo di dieta che chiamai provocatoriamente (e molto liberamente) “Ramadan”. Intendevo una riduzione parziale del consumo di carne rossa, che poi applicai giorno dopo giorno. Ma da lì sono andato un po’ oltre: ho limitato il consumo di carne, e non solo rossa, ma anche bianca, pollame e tutti i suoi derivati più lavorati (salumi soprattutto) alla sola domenica, eliminandola completamente dai restanti sei giorni della settimana. In maniera rigorosissima.
Alla carne ho sostituito un moderato (ma anch’esso non eccessivo) consumo di pesce e soprattutto frutta e verdura in grandi quantità, ad iniziare dalla prima colazione (frutta) per finire con la cena (verdura ed ortaggi, crudi).
E, dicevo, sono andato ancora oltre: ho ridotto anche il consumo di pane bianco, anzi, l’ho eliminato a favore di quello integrale, compresi biscotti, crackers e tutti i derivati delle farine bianche e dei prodotti da forno lievitati (comprese pizze e focacce).
Infine, siccome volevo farla completa e, giacchè c’ero, cominciavo a prenderci gusto ed a voler sperimentare cosa poteva succedere alle mie prestazioni sportive ed alla qualità della mia vita, ho eliminato anche gli zuccheri, compreso il fruttosio, che avevo già da tempo sostituito allo zucchero bianco raffinato. Quindi, caffè amaro, latte non zuccherato, ecc. ecc.
La fatica maggiore nel mantenere la regola sta proprio negli zuccheri, ma non è una questione di golosità, bensì, mi sono accorto, di opportunità: non avete idea di quanti cibi “insospettabili” contengano zuccheri e sciroppi vari al loro interno. Impressionante a fine giornata quanto cavolo di zucchero ingeriamo!!!
Seguo questa dieta da circa tre settimane, da due in maniera molto stretta, ed ho intenzione di portarla avanti almeno fino all’11 dicembre prossimo, la data della mezza maratona di Corigliano.
Nel mezzo sono arrivati il PB alla mezza di Parabita, un ottimo tempo in quella di Collepasso la domenica successiva; mi sto allenando alla grande per la prossima mezza, con tempi di recupero insperati fino a qualche settimana fa ed uno stato di forma fisica e soprattutto pscicologica eccezionale. Mi sento sereno e quasi mai nervoso. Ho sconfitto ogni senso di gonfiore e non ho più rigurgito acido da giorni ormai, nonostante mi sia concesso qualche frittura e nonostante la mia ernia iatale. Sento un tono muscolare ottimo, che cresce anziché diminuire, e si definisce anche un pochino.
Vediamo come va avanti, ma per adesso va alla stragrande. Ho letto tante cose sul vegetarianesimo, alcune allarmanti, sulle possibili conseguenze in carenza di vitamine di alcuni gruppi ( B in special modo) e alcuni esperti mettono in evidenza il possibile scadimento delle prestazioni sportive o del tono muscolare, dovuto ad un ridotto apporto di proteine. Se dovessi accusare qualche sintomo anomalo, sospenderò immediatamente, per quanto comunque non mi faccia mai mancare quantità e qualità di cibo, innanzitutto.
Per questo motivo, sotto il titolo del blog, da un paio di giorni ho aggiunto una bella frase che descrive questo mio periodo alimentare e che riassume una cosa che anch’io, nel mio piccolo, penso su queste ultime considerazioni. Riassumendo, chissà se Varenne, il più veloce cavallo da corsa mai esistito al mondo, amava nutrirsi di bistecche con osso, di toast al bacon e di crostata di mele!
Stasera ottima uscita: 10,5 km in 57' netti. Doccia e... insalatona di cicorie e finocchi crudi, due fette di pane integrale, aceto e olio extravergine d'oliva (di produzione propria), tre alici al sale sempre condite con olio su un'altra fetta di pane integrale, una grossa mela. Scusate se fa schifo!?
A domani.

1 commento:

  1. quel young lì ha ragione, il segreto è nel ph: le proteine animali non sono così importanti.....

    RispondiElimina