“...esiste una maniera per arrivare dù ore prima a Lione: se parte dù ore prima da Lione!”. (Ascanio Celestini) - NO TAV

lunedì 1 settembre 2014

TROFEO CIOLO 2014: dove c'è gusto non c'è pendenza! ***FOTO***COMMENTO***CLASSIFICA***


Ultimo giorno dell'anno per me questo 31 agosto, un pò come la notte di San Silvestro e domani sarà Capodanno. Da oggi entro ufficialmente in ferie e si chiude una delle stagioni lavorativamente più massacranti della storia del mio negozio. A questo punto si tratta di decidere se sto invecchiando io, e quindi a parità di ore lavorate mi pesano di più, oppure se, come più plausibile (!!!) effettivamente quella appena passata è stata una stagione da incorniciare. "In medio stat virtus", dicevano i latini, che fa il paio con "corro ergo sum"...ed il gioco è fatto.
Il primo giorno di riposo ho deciso che siccome è un anno che vado di corsa "per gli altri", tanto valeva andarmi a strapazzare un pò "per me stesso". E mi sono scelto il Trofeo "Ciolo", a Gagliano del Capo, campionato regionale di corsa in montagna sulla distanza dei 9,250 mt, con un dislivello che non sarà quello alpino, nè quello appenninico, ma in poco meno di 10 km ci siamo sciroppati certe salitone inerpicandoci sull'altopiano del Ponte Ciolo di Gagliano che mi hanno spezzato gambe e fiato come non mai.
Sono partito troppo forte ed ho pagato l'inesperienza quasi assoluta su questo tipo di gare, nelle quali vorrei cimentarmi sempre più in futuro, ma che hanno bisogno di una preparazione fuori dall'ordinario per poter essere portate a termine con dignità.
Dignitoso alla fine il mio tempo di 1h 08' 04", ma quanta faticaccia! Il primo giro i quadricipiti femorali sono affogati letteralmente nell'acido lattico, a non finire, e mi sono praticamente piantato in più punti senza avere la forza fisica ed a tratti mentale per proseguire. Poi paradossalmente più è andata avanti la gara più mi sono sbloccato, fino a chiudere indietro, ma in fondo neppure tantissimo.
Gara comunque bellissima e panorami mozzafiato a strapiombo sul mare, da ripetere assolutamente.
PER LE CLASSIFICHE UFFICIALI: www.cronogare.it mentre per i commenti e altre foto: http://maratonesalentoebike.blogspot.it/ .
E' stata prima di tappa di un mini ciclo che vorrei portare avanti nelle prossime settimane: Ciolo, oggi; quindi il 21 settembre la mezza dei Cinque Campanili, sempre in provincia di Lecce, alla sua prima edizione, da provare; proseguendo dovrei fare l'Arrancabirra in compagnia di mia moglie e di buona parte della mia squadra il 4 ottobre, a Courmayeur; infine la Maratona di Palermo a fine novembre, per vivere l'esperienza affascinante di correre una 42 km diversa, su un'isola, la Sicilia, che da sempre considero la più bella regione d'Italia.
Adesso vado a nanna che domattina la sveglia è presto, alle sei: si vendemmia. Sono in ferie...



Nessun commento:

Posta un commento