“...esiste una maniera per arrivare dù ore prima a Lione: se parte dù ore prima da Lione!”. (Ascanio Celestini) - NO TAV

domenica 29 dicembre 2013

CRONOPROGRAMMA

Polpacci contratti e sensazione di gonfiore. Ci siamo, il primo allenamento "serio" è andato ed ha lasciato i suoi benefici effetti. La corsa di ieri pomeriggio è stata la prima di una lunga serie di allenamenti che spero mi riporteranno a correre una maratona dopo un anno e mezzo ormai dalla mia ultima esperienza sui 42 km.
C'è bisogno di allenare diversi aspetti, non soltanto fisici ma anche mentali. Per un paio di settimane mi dedicherò a svegliare un pò le mie articolazioni, cercando di sollecitarle su percorsi irregolari ed accidentati. Potrebbero andar bene ad esempio gli sterrati collinari all'interno del Parco di Portoselvaggio. Terminato questo periodo, cominciato ieri con l'uscita piuttosto impegnativa di 1h e 17', dovrei cercare di alternare allenamenti corti veloci ad altri di media lunghezza, diciamo non oltre i 13/15 km.
A gennaio potrei sfruttare i primi cross della stagione per velocizzarmi un pò e mandare il motore su di giri quel tanto che basta e durante la settimana fare uscite più lente.
Febbraio sarà il mese in cui invece dovrei dedicarmi ad allungare i tempi delle uscite, prevedendo almeno un medio di 25 km e un paio di lunghi da 29/30 con un lunghissimo finale di 35/36 km entro la prima settimana di marzo.
La Maratona di Roma si correrà il 23 marzo. L'obiettivo è chiuderla, con qualsiasi tempo utile, possibilmente non molto oltre le 4 ore.
Si accettano consigli.


Nessun commento:

Posta un commento