“...esiste una maniera per arrivare dù ore prima a Lione: se parte dù ore prima da Lione!”. (Ascanio Celestini) - NO TAV

giovedì 5 aprile 2012

SEGNI

Questo post dovrebbe essere l'ultimo atto di una ennesima giornata molto intensa, soprattutto dal punto di vista lavorativo. Così è stato, ora che ci penso su, dal giorno di cui si è passati all'ora legale: per una strano fenomeno pare che le lancette del nostro orologio si siano spostate in avanti di due ore, anzichè di una. Così, se prima finivamo di lavorare in negozio alle 15, dopo il cambio dell'ora finiamo sempre non prima delle 16; e la sera, di pari passo, si sta facendo sempre più tardi, mai a casa prima delle 21:30. E tutto lascia presagire che più le giornate si allungano, peggio sarà.
E sto un pò sbattuto, a dire il vero.
Quell'ora in più di slittamento influsice sul mio allenamento del dopo lavoro così come quando decido di uscire la sera: finisco col sentirmi un pò stanchino e fiacco.
Questa settimana le mie uscite infatti non hanno brillato. Potevano andare meglio finora, ma forse, a pensare positivo, potevano anche andare peggio: dopo il lunghissimo di sabato scorso (segno +), è seguito un martedi sera in palestra, mezzora di tappetino e mezzora di stretching (segno -); quindi oggi pomeriggio, 12 km e mezzo, su percorso molto ondulato, primo giro da 6,2 km discreto, secondo scarsino, ma comunque dignitoso (segni +/-).
Ora penso che uscirò sabato pomeriggio o, molto più probabilmente, mi concederò domenica mattina, Pasqua, perchè voglio allungare e raggiungere i 25 km, in vista dell'ultimo lunghissimo in programma per il prossimo fine settimana.
Periodo di alti e bassi, insomma, scarsa continuità e forma un pò rabberciata. Attendo un segno...


Nessun commento:

Posta un commento