“...esiste una maniera per arrivare dù ore prima a Lione: se parte dù ore prima da Lione!”. (Ascanio Celestini) - NO TAV

domenica 8 marzo 2015

Secondo lunghissimo pro-Tolfa

La corsa di stamattina: 34 km, partenza da Santa Maria al Bagno, piazzale delle Quattro Colonne.

Quattro Colonne-Santa Maria al Bagno (Nardò)

Percorro il lungomare fino al suo limite, ai piedi di Torre dell'Alto, dove imbocco la scalinata che porta fin su in cima alla torre. Da lì inizia un lungo sentiero sterrato che mi porta a scendere lungo un tratto molto ripido, da percorrere a piedi senza correre a causa della presenza di rocce ripide e tratti di breccia e pietrisco sottile scivoloso. Dopo circa un kilometro percorro la spiaggia di Portoselvaggio, sassosissima, e risalgo lungo il cosiddetto "canalone", una salitone spezza gambe che percorro per una buona metà correndo, poi arrancando di buona lena. Alla fine della salita sono giunto alla fontanella di Villa Tafuri.

Spiaggia di Portoselvaggio

Trenta secondi di ristoro e via. Mi rituffo nel parco, lungo sentieri resi lenti dalle abbondantissime piogge delle ultime ore. Esco a Torre Uluzzo e dopo un breve tratto asfaltato in corrispondenza del Ficodindia, piego a sinistra verso l'Arenile, e da lì sempre percorrendo sentieri sterrati a ridosso del mare, tra tratti di roccia, scogli e sentieri impantanati e quasi paludosi (la pioggia!), arrivo al Frascone, quindi a Lido dell'Ancora e alla spiaggia di S.Isidoro, lambendo la torre e fermandomi per un altro sorso d'acqua alla fontana pubblica. Il ritorno è tutto asfalto, almeno fino a Uluzzo, dove rientro nel parco per uscire ancora alla fontana di Villa Tafuri, quella dell'andata.

Baia di Uluzzo, con la torre diroccata

Sempre su strada scendo giù da Strada Santa Caterina e il mio cronometro segna 30 km. Ai quali aggiungere i 4 del tratto percorso a ritroso rispetto all'andata Torre dell'Alto-Quattro Colonne. E son 34. E' il secondo lunghissimo della mia preparazione personalissima per Tolfa. Nel mezzo di questi allenamenti lunghissimi, tanti medi di 15-16 km, tante salite e pure qualche seduta di potenziamento in palestra. Adesso, tra una settimana la mezza di Lecce e tra ventina di giorni, si replica con quello che potrebbe essere l'ultimo lunghissimo da 37/38 km.
Tabellino finale di oggi: 34 km in 3h 26'. Passo medio 6'05". Perfetto, direi.
A presto.


3 commenti:

  1. Ormai caro Franco abbasso la testa e filo dritto verso il mio obiettivo. Ho recuperato la vecchia voglia di pormi un obiettivo col chiaro intento di raggiungerlo! ;)

    RispondiElimina
  2. Sono contento! Un obiettivo è sempre importarte, sapere di dover raggiungere quel traguardo sprona ad allenarsi e a fare sempre meglio. Poco più di un mese,... a sarà dura ma ce la facciamo! ;-)

    RispondiElimina